I terrazzamenti abitati



Cervo (IM), 2015. 

L’intervento si pone in relazione al tradizionale uso delle antichissime caselle di presidio, solitamente semiipogee ed in materiale lapideo, destinate al presidio agricolo ed alla protezione dei prodotti della terra, degli animali e delle persone.

Il progetto propone di inserire i volumi in maniera minimale nel paesaggio, utilizzando le condizioni di acclività come componente del progetto organicamente inserita nel contesto e nello stesso tempo in armonia le preesistenze caratteristiche del luogo.

Il sedime di progetto viene inoltre disegnato seguendo le linee di prevalente scarsa densità di alberature presenti.

I volumi sono completamente inseriti nel profilo terreno esistente, con bucature dimensionate al fine di garantire ampiamente il soddisfacimento delle condizioni necessarie all’equilibrio energetico compatibile.

Il verde circostante costituisce parte integrante la qualità architettonica generale. I giardini, gli orti ed i pergolati completano e confermano tali indicazioni progettuali.

Gli spazi esterni sono sistemati con muretti in pietra a vista e sarà utilizzo materiale drenante, pavimentazione posta a secco, ghiaia; i camminamenti e la strada di accesso sono in terreno naturale e ghiaino; gli spazi di pertinenza alle unità sono completati con alcuni pergolati.

Pietra, legno, vetro, tetto verde.