Paradiso Resort



Cervo (IM), 2012.

Il progetto consiste in un insediamento turistico nell’entroterra di Cervo. L’area è lontana dalla costa ed è articolata su una depressione posta tra due crinali. La conformazione naturale del terreno determina il progetto. Il criterio generale indica la proposta di valorizzazione delle peculiarità ambientali del sito con un intervento semi-ipogeo che richiama l’antropizzazione a terrazzamenti, minimamente invasivo ed esposto al soleggiamento, costituito da un hotel 4 stelle di circa 30 camere, gli spazi accessori, centro benessere, auditorium ed una ricca rete di percorsi naturali per escursionisti e mountain bikers. Il progetto è inoltre fondato su un quadro di pubblica utilità ottenuta sia grazie alla destinazione d’uso prevalente, sia grazie alla cessione ed al presidio di un parco a pineta di 20.000 mq., dotazione infrastrutturale e percorsi natura. Le regole compositive si riassumono in: insediamento in linea e non diffuso, minimo impatto sul territorio, sito del progetto non visibile da punti panoramici, costruzioni semi-ipogee, esposizione dei fronti verso il sole, coperture piantumabili, articolazione delle terrazze per un migliore utilizzo del contributo solare attraverso l’esposizione delle porzioni trasparenti.

Pietra, vetro, legno naturale coltivato, uliveto.